Milt Jackson & John Coltrane | Bags & Trane

bags & trane

Uno dei più grandi vibrafonisti di sempre, Milt Jackson, e il sassofonista per definizione John Coltrane, si riuniscono per la prima e unica volta e fanno squadra per regalare ai posteri Bags & Trane (Atlantic Records, 1961 ma registrato nel gennaio del ’59), una sessione in studio tra le più interessanti nata appunto dalla collaborazione di due Maestri indiscussi del jazz.

Sono della partita anche il pianista Hank Jones (fondatore della scuola pianistica di Detroit e già collaboratore di Jackson come di Charlie Parker, Lester Young e Cannonball Adderley), il bassista Paul Chambers (che poco dopo avrebbe registrato il successo Sketches of Spain con Miles Davis) e il batterista Connie Kay (percussionista ufficiale di Jackson sia nei i suoi album come solista sia per il Modern Jazz Quartet).

Tracklist:

  1. Bags & Trane (Jackson) – 7:25
  2. Three Little Words (Kalmar, Ruby) – 7:29
  3. The Night We Called It a Day (Adair, Dennis) – 4:22
  4. Be-Bop (Gillespie) – 8:00
  5. The Late Late Blues (Jackson) – 9:35

Musicisti:

  • Milt Jackson – Vibrafono
  • John Coltrane – Sax tenore
  • Hank Jones – Piano
  • Paul Chambers – Contrabbasso
  • Connie Kay  – Batteria

Annunci

7 commenti su “Milt Jackson & John Coltrane | Bags & Trane

  1. ipofrigio ha detto:

    Anche a me piace tanto tanto questo disco.

    Uno dei più grandi vibrafonisti di sempre, Milt Jackson, e il sassofonista per definizione, John Coltrane,

    Pensa, io avrei detto: «Uno dei più grandi saxofonisti, John Coltrane, e il vibrafonista per definizione, Milt Jackson» 🙂

  2. Luigi Bicco ha detto:

    In effetti Milt Jackson è stato definito il migliore per cinquant’anni. E non è certo poco. L’avevo sottolineato anche quando ho parlato del suo Ain’t But a Few of Us Left, qui. Ma quando parlo di Coltrane, non so davvero esprimermi in altri termini.

  3. La Firma Cangiante ha detto:

    Passo solo per rimarcare quanto sia bella questa nuova iniziativa. Il blog per essere assaporato al meglio richiede la giusta attenzione, il giusto tempo e momenti di relax (che tra lavoro/bimba/casa/variedeventuali non ci sono quasi mai). Ora come la mettiamo che non riesco a dedicarmici per bene? Rispondi, che un po’ colpa tua è se mi vengono questi crucci. Dai rispondi e sentiamo. Come ti giustifichi? Vabbè, mi ascolto un po’ di musica.

    • Luigi Bicco ha detto:

      Beh, Dario. Prima di tutto grazie per l’apprezzamento (così ci metto di mezzo un po’ di ruffianaggine e mi devo giustificare di meno). Poi, che dire? Diciamo solo che basta passare una volta ogni tanto e godersi gli aggiornamenti tutti in una volta. Anche per questo cerco di essere prolisso il meno possibile, perché per quanto le note a latere di ogni disco possano essere interessanti, sempre di musica si parla. E la musica si ascolta, soprattutto. E più o meno me la sono cavata così 🙂

  4. La Firma Cangiante ha detto:

    E passi… per questa volta 🙂

  5. Giulia Calabrese ha detto:

    uno dei migliori di sempre…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...