Jimmy Smith | Home Cookin’

home cookin'

James Oscar Smith, noto solo come Jimmy Smith (e soprannominato The Incredible Jimmy Smith) è stato un organista statunitense celebre soprattutto per le proprie esibizioni con l’organo elettrico Hammond B3 (rendendo noto al grande pubblico questo particolare strumento). Smith, influenzato dal gospel e dal blues, fu musicista di seminale importanza negli anni 60′ e 70′ per aver contribuito alla nascita dello stile funk jazz e soul jazz.

Home Cookin’ (Blue Note, 1960) è uno dei suoi dischi più rappresentativi che vede, nella versione rimasterizzata in CD, l’aggiunta di 5 bonus tracks. In questo album è da sottolineare l’importante contributo di Kenny Burrell alla chitarra.

Tracklist:

  1. See See Rider (Ma Rainey) – 6:35
  2. Sugar Hill (K. Burrell) – 5:19
  3. I Got a Woman (R. Charles, R. Richard) – 3:55
  4. Messin’ Around (J. Smith) – 5:55
  5. Gracie (J. Smith) – 5:54
  6. Come on Baby (K. Burrell) – 6:50
  7. Motorin’ Along (J. McGriff) – 5:09
    Bonus tracks nella versione in CD:
  8. Since I Fell for You (B. Johnson) – 4:19
  9. Apostrophe (P. France) – 6:35
  10. Groanin’ (J. McDuff) – 8:10
  11. Motorin’ Along [Alternate Take] (J. McGriff) – 5:02
  12. Since I Fell for You [Alternate Take] (B. Johnson) – 6:27

Musicisti:

  • Jimmy Smith – Organo
  • Percy France – Sax tenore
  • Kenny Burrell – Chitarra
  • Donald Bailey – Batteria

Annunci

10 commenti su “Jimmy Smith | Home Cookin’

  1. Ipofrigio ha detto:

    Bellissimo soprattutto Sugar Hill, un pezzo che non mi ricordavo affatto (dunque grazie). La registrazione di questo disco precede quella di My Favorite Things di Coltrane, eppure Sugar Hill ha già un determinato colore modale, Lidio per la precisione, in evidenza soprattutto nel’audace assolo di Smith.

  2. Luigi Bicco ha detto:

    Ho dovuto rispolverare il “Modo Lidio” per cogliere i riferimenti (non sono un esperto di musica teorica, ma mi informo volentieri, quindi grazie a te per questi continui rimandi incoraggiandomi ad approfondire). Trovo in effetti che il concetto calzi bene, comunque, rispetto al colore e all’importanza che le scale modali di Coltrane hanno avuto poi. Mettendola sul pratico, si, Sugar Hill è davvero un gran bel pezzo. Purtroppo a parte questo album e Midnight Special (con Kenny Burrell e Stanley Turrentine, tra l’altro), di Jimmy Smith conosco poco altro. Mi sono naturalmente ripromesso di approfondire. E sono sicuro che sarà un piacerone. Anzi, se hai qualche consiglio, sarà ben accetto.

  3. Ipofrigio ha detto:

    Jimmy Smith non è il mio organista preferito, anche se so oggetivamente riconoscere che si tratta probabilmente del maggiore organista del jazz, a non voler considerare Fats Waller (che però non suonava l’Hammond); di sicuro è stao il più influente.

    Limitandoci ai Blue Note, troverai interessante, se per caso non lo conoscessi, il disco del suo esordio, «A New Star – A New Sound», del 1956, in trio, in cui Smith adopera una sonorità organistica più acida e stridente di quella dei dischi successivi.

    • Luigi Bicco ha detto:

      E’ vero, ci sarebbe un attimino anche il vecchio Fats 🙂
      A New Star – A New Sound. Scritto. Me lo vado ad ascoltare così vediamo di conoscere un po’ meglio The Incredible Jimmy Smith. Grazie per la dritta.

  4. Omega3 Kapseln ha detto:

    hello!,I really like your writing so a lot! share we keep up a correspondence extra approximately
    your article on AOL? I need an expert on this space to solve my problem.
    Maybe that’s you! Taking a look forward to see you.

  5. Omega 3 ha detto:

    Oh my goodness! Incredible article dude! Thanks, However I am encountering difficulties
    with your RSS. I don’t know why I can’t subscribe to it.

    Is there anyone else getting the same RSS issues?
    Anyone that knows the solution can you kindly respond?
    Thanx!!

  6. Omega-3-Kapseln ha detto:

    I’m excited to uncover this website. I want to to thank you for ones time for this particularly fantastic read!! I definitely really liked every bit of it and I have you saved to fav to check out new things in your blog.

  7. Rochell ha detto:

    Attractive part of content. I simply stumbled
    upon your site and in accession capital to assert that I get in fact loved account your weblog posts.
    Anyway I will be subscribing on your feeds and
    even I achievement you access constantly quickly.

  8. Omega 3 ha detto:

    Hello would you mind letting me know which webhost you’re utilizing? I’ve loaded your blog in 3
    completely different web browsers and I must say this blog loads a lot quicker then most.

    Can you recommend a good internet hosting provider at a honest price?

    Thanks, I appreciate it!

  9. delicious.com ha detto:

    Your means of explaining all in this article is in fact pleasant,
    all be capable of without difficulty know it, Thanks a lot.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...