John Coltrane | Coltrane

coltrane

Coltrane (Prestige Records, 1957), noto anche con il titolo First Trane, è l’album di John Coltrane che si fregia di rappresentare il suo debutto come solista. Il disco Dakar (del quale ti ho parlato qui) fu pubblicato solo nel 1963, ma raccoglieva infatti alcuni brani da lui eseguiti nello stesso anno di questo Coltrane, il ’57. Ma in quei pezzi ricopriva solo il ruolo di sideman. Non so se mi sono spiegato a modo.

In uno straordinario periodo di crescita di Coltrane (e in seguito ai successi ottenuti con il quintetto di Miles Davis) Bob Weinstock, proprietario della Prestige Records, gli offrì un contratto e la possibilità di incidere un disco come leader. Wikipedia dice, e io sono costretto a credergli, che quell’accordo prevedeva la registrazione di tre album all’anno con un compenso di circa 300 dollari a disco. Naturalmente Coltrane accettò e per la tracklist d’esordio decise di inserire in scaletta Bakai, una composizione dell’amico Calvin Massey, i tre standard pop Violets for Your Furs, Time WasWhile My Lady Sleeps, e due composizioni originali scritte di suo pugno, Chronic Blues e Straight Street (ispirate al periodo di tossicodipendenza e a quello successivo di riabilitazione che il sassofonista aveva da poco intrapreso).

Al lavoro con lui in questo disco, i musicisti e amici (provenienti dalle stesse esperienze Davisiane) Paul Chambers al contrabbasso e Red Garland al piano e i colleghi di Filadelfia Johnny Splawn alla tromba e Albert Heath alla batteria. Al gruppo prese parte anche Mal Waldron (che sostituirà Garland al piano per i primi tre brani) e Sahib Shihab al sax baritono.

Lindsay Planer del sito AllMusic scrive:

Coltrane realizza linee luminose e aggressive, trasformando le progressioni in accordo minore in una gita vivace e sentimentale. Gli stili divergenti ma unificati del trio ai fiati (quello ringhioso, basso e sporco di Shihab, quello dai toni relativamente dolci di Coltrane e quello dalla diteggiatura ardente di Splawn), assicurano una prestazione formidabile che si divide solo in occasione dei rispettivi assoli. Indipendentemente dalla competenza di chi ascolta, Coltrane risulta in ogni caso piacevole in quanto completamente accessibile.

Tracklist:

Lato A:

  1. Bakai (C. Massey) – 8:41
  2. Violets for Your Furs (T. Adair, M. Dennis) – 6:15
  3. Time Was (G. L. de la Fuente, P. M. Prado, K. Russell) – 7:27

Lato B:

  1. Straight Street (Coltrane) – 6:17
  2. While My Lady Sleeps (G. Kahn, B. Kaper) – 4:41
  3. Chronic Blues (Coltrane) – 8:12

Musicisti:

  • John Coltrane – Sax tenore
  • Johnny Splawn – Tromba (tracce 1, 4, 5 e 6)
  • Sahib Shihab – Sax baritono (tracce 1, 4 e 6)
  • Mal Waldron – Piano (tracce lato A)
  • Red Garland – Piano (tracce lato B)
  • Paul Chambers – Contrabbasso
  • Albert “Tootie” Heath – Batteria

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...