Keith Jarrett, Gary Peacock, Jack DeJohnette | Somewhere

somewhereCome afferma anche Thom Jurek, critico di AllMusic, è praticamente superfluo scrivere o parlare degli standard costruiti in tre decenni di carriera da Keith Jarrett con Gary Peacock e Jack DeJohnette. Data la loro produzione è facile capire perché siano considerati da molti come il più grande trio (con pianoforte) vivente.

In questo nuovo disco, Somewhere (ECM, 2013), sono raccolte alcune prestazioni del gruppo risalenti ad un bellissimo concerto tenuto a Lucerna l’11 luglio del 2009. Si tratta in ogni caso delle ultime incisioni del trio da quattro anni a questa parte, dal momento che le loro tre precedenti uscite erano tutte composte da brani del loro tour del 2001. In definitiva questo album rappresenta quindi un periodo di crescita di otto anni. Crescita ed evoluzione che, a dispetto dei detrattori di Jarrett, sono ben presenti.

Il brano di apertura, Deep Space/Solar, è un’improvvisazione di Jarrett che trascende le solite tematiche per dedicarsi alla dimensione paesaggistica del suono, rifacendosi alla celebre Solar di Miles Davis. Star Fell on Alabama è invece uno standard jazz reso classico prima da Louis Armstrong e poi da Cannonball Adderley, dove assistiamo ad un commovente assolo di Peacock.  In Between the Devil and the Deep Blue Sea gli accordi sfalsati di Jarrett riescono a sfuggire al 4/4 e a dialogare in modo memorabile con le percussioni di DeJohnette. A proposito del brano Somewhere/Everywhere, brano che in parte dona il titolo all’intero album, c’è da sottolineare i circa quindici minuti di improvvisazioni di Jarrett che ruotano intorno ad un solo accordo, citando e ripercorrendo tematiche blues dalle venature gospel. Tonight è un omaggio al grande compositore Leonard Bernstein, un brano dai tempi sostenuti in cui Jarrett si lascia andare ad un ispiratissimo fraseggio. Infine I Thought About You (ballata originariamente composta da Johnny Mercer) chiude il disco in modo pacato ed elegante.

keith jarrett trio

A chi se lo stesse ancora chiedendo, Somewhere rappresenta senz’altro un altro piccolo miracolo che lo storico trio è riuscito a far avverare.

Tracklist:

  1. Deep Space/Solar (M. Davis, K. Jarrett) – 15:07
  2. Stars Fell on Alabama (F. S. Perkins) – 7:27
  3. Between the Devil and the Deep Blue Sea (H. Arlen, T. Koehler) – 10:03
  4. Somewhere/Everywhere (L. Bernstein, K. Jarrett, S. Sondheim) – 19:37
  5. Tonight (L. Bernstein) – 6:49
  6. I Thought About You (J. Mercer) – 6:30

Musicisti:

  • Keith Jarrett – Piano
  • Gary Peacock – Contrabbasso
  • Jack DeJohnette – Batteria

Annunci

2 commenti su “Keith Jarrett, Gary Peacock, Jack DeJohnette | Somewhere

  1. yoklux ha detto:

    aaah jarrett… indispensabile, imprescindibile…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...