Raymond Scott | Manhattan Research Inc.

manhattan research incManhattan Research Inc. è un album in doppio CD che raccoglie una serie di composizioni di musica elettronica scritte, arrangiate e realizzate dal musicista, compositore e inventore Raymond Scott. Pubblicata postuma nel 2000 dall’etichetta olandese Basta Music, nella raccolta sono presenti campioni selezionati provenienti da alcuni lavori di Scott realizzati tra il 1950 e il 1960 per colonne sonore di film (comprese alcune collaborazioni televisive con il papà dei Muppets Jim Henson), spot pubblicitari (per Ford e IBM) e per le sue personali sperimentazioni tecniche e musicali che avrebbero portato all’invenzione di alcuni nuovi strumenti come la tastiera Clavivox, la Circle Machine, il Bass Line Generator, la Rhythm Modulator e tutti gli altri già segnalati sulla cover. Anche i sintetizzatori, i sequencer e le drum machine utilizzati all’interno dei vari brani, sono stati progettati e costruiti dallo stesso Scott.

Gran parte delle selezioni audio, così come le immagini per il booklet di ben 144 pagine che accompagna il doppio CD, sono state selezionate accuratamente dall’Università di Kansas City (che custodisce molti dei materiali di Scott) e dagli stessi produttori dell’album, Gert-Jan BlomJeff Winner. Durante il processo di selezione, i due produttori sono rimasti impressionati dalla qualità e dalla fedeltà delle registrazioni, pur trattandosi di materiali vecchi di trenta o quarant’anni:

“Erano così ben registrati che non è stata necessaria quasi nessuna correzione audio durante il mastering dell’album. Scott ha cercato di curare tutti gli aspetti del suono e la loro manipolazione. Il suo particolare interesse per gli aspetti tecnici della registrazione, gli fornirono all’epoca un’enorme esperienza come ingegnere.”

manhattan research booklet

I vari materiali, anche quelli non destinati al rilascio commerciale, permettono di comprendere meglio il valore del lavoro di Scott, che avrebbe in seguito descritto Manhattan Research Inc. in questo modo:

Una fabbrica del pensiero, un centro del sogno dove le emozioni di domani sono rese disponibili oggi“.

In definitiva parliamo di uno dei primi grandi pionieri della musica elettronica, tra coloro che sdoganarono sonorità, applicazioni e atmosfere di uno stile e di un genere ai quali si ispirarono, molti anni più tardi, i Kraftwerk, Brian Eno e Aphex Twin. Per riferimenti e cenni storici sulla vita dell’autore, consiglio una visita al sito ufficiale a lui dedicato: The Raymond Scott Archives.

La tracklist completa (36 brani nel primo CD e 33 nel secondo) è disponibile su wikipedia in lingua inglese qui. Qui sotto una playlist di Youtube con parte dei brani del primo CD. Su Grooveshark, invece, sono disponibili all’ascolto tutti i brani del CD 1 (qui) e del CD 2 (qui).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...