John Coltrane | Ballads

ballads

Ballads è un album del sassofonista John Coltrane registrato in tre sessioni diverse (il 21 dicembre del 1961 e il 18 settembre e il 13 novembre del 1962) e pubblicato dalla Impulse! Records nel 1963. Secondo il critico Gene Lees, il quartetto all’opera non aveva mai provato i brani prima e arrivò con gli spartiti negli studi di Van Gelder, a Englewood Cliffs, poco prima della registrazione ufficiale, dedicando alle prove soltanto una mezz’ora. Otto ballate in tutto, senza la presenza di composizioni originali, orchestrate musicalmente dal quartetto storico di Coltrane (con McCoy Tyner al piano, Jimmy Garrison al contrabbasso ed Elvin Jones alla batteria), con la sola eccezione del brano It’s Easy to Remember (registrato in una data successiva) dove Reggie Workman prende il posto di Garrison.

Il critico musicale Sam Samuelson del sito AllMusic scrive:

Nella discografia di Coltrane ci sono una manciata di album decisivi e controversi che hanno spaccato in due critica e fan. Generalmente è accaduto soprattutto per le sue opere più tarde come Om o Ascension. Al contrario, Ballads è spesso criticato come album “troppo facile”, dove il musicista è stato accusato di essere sceso un po’ troppo a compromessi con la Impulse! (che aveva appena terminato il primo anno di contratto con lui) e di aver affrontato un disco che in realtà il musicista non voleva affatto realizzare (cospirazioni che oggi, fortunatamente, non circolano più). In risposta a questi critici che hanno trovato i suoi passati lavori complicati, con troppe note e dai concetti troppo sottili, Ballads è semplicemente un benissimo album dove Coltrane fa quello che ha sempre fatto: esplorare nuove strade e modalità in una ricerca inesauribile sulla via dell’illuminazione artistica e personale.

In Ballads, Coltrane guarda al lato più caldo del jazz. Un percorso che avrebbe segnato un paio di annate con le collaborazioni con Hartman (su John Coltrane & Johnny Hartman) e con Ellington (sul bellissimo Duke Ellington & John Coltrane). Ballads è un album per tutti, a volte persino prevedibile, ma profondamente introspettivo.

Tracklist:

  1. Say It (Over and Over Again) (J. McHugh) – 4:18
  2. You Don’t Know What Love Is (G. DePaul) – 5:15
  3. Too Young to Go Steady (J. McHugh) – 4:23
  4. All or Nothing at All (A. Altman) – 3:39
  5. I Wish I Knew (H. Warren) – 4:54
  6. What’s New? (B. Haggart) – 3:47
  7. It’s Easy to Remember (R. Rodgers) – 2:49
  8. Nancy (With the Laughing Face) (J. Van Heusen) – 3:10

Musicisti:

  • John Coltrane – Sax tenore, Sax soprano
  • McCoy Tyner – Piano
  • Jimmy Garrison – Contrabbasso (tracce 1-6, 8)
  • Reggie Workman – Contrabbasso (traccia 7)
  • Elvin Jones – Batteria

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...