Wayne Shorter | JuJu

juju

JuJu è il quinto album da bandleader del sassofonista jazz Wayne Shorter registrato il 3 agosto del 1964 e pubblicato dalla Blue Note Records nello stesso anno. Il disco nasce sotto la forte influenza di John Coltrane presso il quale Shorter aveva fatto apprendistato e il cui stile si riflette, in questa occasione, sia in termini di prestazioni che di composizione. Yes or No è un brano che richiama armonicamente la Moment’s Notice di Coltrane, mentre House of Jade anticipa le ballate tipiche del futuro Shorter e a livello melodico ricalca la celebre Naima (sempre di Coltrane).

Anche la band ricalca certe influenze, presentandosi essenzialmente come un classico quartetto che conta le presenze prestigiose di McCoy Tyner al piano, Reggie Workman al contrabbasso ed Elvin Jones alla batteria. A differenza del suo capolavoro più noto, Speak No Evil, registrato poco dopo questo, sempre nel 1964, qui Shorter fraseggia in modo più ristretto, morbido e arrotondato, spinto anche dalle influenze di Sonny Rollins e Miles Davis (con il quale collaborava in quello stesso periodo come sideman). Molte delle composizioni di JuJu prevedono cambiamenti complessi e permettono a Shorter di variare solo su una o due scale al massimo su ogni pezzo, ottenendo in tal modo proprio quella musicalità modale tipica del lavoro di Coltrane, senza sacrificare la complessità armonica abituale della scrittura shorteriana. L’armonia compositiva della title track JuJu, ad esempio, mette al centro un’interessante esplorazione del sassofonista sulla relativa scala dei toni, mentre in Mahjong offre un memorabile assolo melodico in cui naviga su una semplice scala pentatonica minore.

wayne shorter

Tracklist:
Tutte le composizioni sono di Shorter.

  1. JuJu – 8:30
  2. Deluge – 6:49
  3. House of Jade – 6:49
  4. Mahjong – 7:39
  5. Yes or No – 6.34
  6. Twelve More Bars to Go – 5:26
    Bonus tracks nella versione in CD:
  7. JuJu – 7:48
  8. House of Jade – 6:37

Musicisti:

  • Wayne Shorter – Sax tenore
  • McCoy Tyner – Piano
  • Reggie Workman – Contrabbasso
  • Elvin Jones – Batteria

Qui sotto la title track del disco, mentre qui, su Grooveshark, trovi l’album completo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...