Horace Silver | Song for My Father

song for my father

Song for My Father è un album del pianista Horace Silver pubblicato dalla Blue Note Records nel 1965. Considerato tra le eccellenze hard bop dell’intero catalogo Blue Note, il disco rappresenta anche il picco di una discografia, quella di Silver, allora già costellata di grandi classici. Accanto al pianista troviamo all’opera uno strepitoso cast, composto dai suoi più stretti collaboratori di quegli anni, che suonano in quintetto alternandosi nelle due sessioni di registrazione che il disco raccoglie. Carmell Jones e Blue Mitchell alla tromba, Joe Henderson e Junior Cook al sax tenore, Teddy Smith e Gene Taylor al contrabbasso e Roger Humphries e Roy Brooks alla batteria.

Silver si è sempre dimostrato un maestro nel bilanciare ritmi e armonie complesse ottenendo risultati di rara raffinatezza e proprio in tal senso Song for My Father è probabilmente il suo disco più sofisticato. Parte del merito va anche alle tinte esotiche e agli affascinanti ritmi d’oltreoceano, come il classico bossa nova del brano che dà il titolo all’album, il tema orientale di Calcutta Cutie o quello tropicale di Que Pasa. Tra le composizioni originali vanno sottolineate la romantica e nostalgica Lonely Woman (di Silver), The Kicker, standard hard bop composto e introdotto da Joe Henderson , ma soprattutto la title track, Song for My Father, come da titolo dedicata al padre di Silver (ritratto anche sulla copertina in una foto risalente ad una decina di anni prima), resa di nuovo celebre anni dopo, ispirando il più grande successo pop degli Steely Dan, Rikki Don’t Lose That Number

horace silver

Song for My Father è un disco caldo e accogliente, un “must have” per tutti i collezionisti jazz e in particolare per i fan dell’hard bop più tradizionale.

Tracklist:
Tutte le composizioni sono di Silver, tranne dove indicato diversamente. I brani dall’1 all’8 sono stati registrati il 26 ottobre del 1964, il 9 e il 10 il 28 gennaio 1964.

  1. Song for My Father – 7:15
  2. The Natives Are Restless Tonight – 6:08
  3. Calcutta Cutie – 8:28
  4. Que Pasa – 7:45
  5. The Kicker (J. Henderson) – 5:24
  6. Lonely Woman – 7:03
    Bonus tracks nella versione in CD:
  7. Sanctimonious Sam (M. Kaleem) – 3:51
  8. Que pasa? (Trio Version) – 5:34
  9. Sighin’ and Cryin’ – 5:22
  10. Silver Treads Among My Soul – 3:51

Musicisti:
Brani 1-2, 4-5

  • Horace Silver – Piano
  • Carmell Jones – Tromba
  • Joe Henderson – Sax tenore
  • Teddy Smith – Contrabbasso
  • Roger Humphries – Batteria
Brani 3, 6-10
  • Horace Silver – Piano
  • Blue Mitchell – Tromba (eccetto brani 6-8)
  • Junior Cook – Sax tenore
  • Gene Taylor – Contrabbasso
  • Roy Brooks – Batteria

Qui trovi l’album completo in una playlist di Youtube, mentre qui sotto puoi ascoltare la title track da Spotify.

Annunci

2 commenti su “Horace Silver | Song for My Father

  1. […] il successo di Song for My Father, Silver ricorda di nuovo suo padre nel titolo di quest’album (John Tavares Silva nacque […]

  2. […] questo rilascio perché inserita nella scaletta da Horace Silver nel suo album di grande successo Song for My Father del 1965. Si prosegue poi con un altro originale di Henderson, Step Lightly, della durata di ben […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...