Ike Quebec | The Complete Blue Note 45 Sessions

Subito dopo il suo ritorno alla musica, dopo un decennio fuori dalle scene, il sassofonista Ike Quebec registrò in modo frequente per la Blue Note, più o meno dal 1952 al 1962, producendo alcuni album completi (tra questi vanno sicuramente citati Heavy Soul, Easy Living e il bellissimo Blue & Sentimental) e anche quattro sessioni che andarono ad arricchire i vinili da 45 giri destinati al mercato dei jukebox.
Questo doppio album pubblicato nel 2005 dalla Blue Note con il titolo The Complete Blue Note 45 Sessions, raccoglie appunto tutte queste ultime sessioni e una serie di brani inediti per un totale di 26 pezzi.

La maggior di questi brani ha un taglio che varia dai quattro ai sette minuti, arricchiti da dichiarazioni melodiche e da tempi prettamente soul jazz. In quel suo ultimo periodo (Quebec scomparve nel 1963), il sassofonista registrò costantemente in una forma smagliante, tanto da consentirgli di mettere a segno quelli che a oggi sono considerati i suoi più grandi lavori. In questo caso incise con un cast particolarmente interessante e vario tra cui spiccavano i chitarristi Skeeter Best e Willie Jones o gli organisti Edwin Swanston, Sir Charles Thompson e Earl Van Dyke.

Ed è prroprio insieme a loro che registra alcune delle sue migliori performance di quel periodo. E’ il caso di sottolineare, nella tracklist di questo ricco repertorio, i due brani che aprono il doppio album, A Light Reprive e Buzzard Lope (entrambe composizioni del band leader), così come la nostalgica e ovattata Blue Monday, il meraviglioso monologo solista dello stesso Quebec all’inizio di If I Could Be with You o le belle reinterpretazioni di alcuni classici (presenti principalmente sul disco 2).

La varietà di stili e tempi, rende questo doppio album ricco di musica divertente e ritmata o lenta e nostalgica, ma sempre estremamente piacevole. Tra queste, come già detto, alcune delle cose più interessanti mai registrate da Quebec.

TRACKLIST:

CD 1
I brani dall’1 all’8 sono stati registrati il 1° luglio del 1959, quelli dal 9 al 13 il 25 settembre del 1960.

  1. A Light Reprieve (I. Quebec) – 4:36
  2. Buzzard Lope (I. Quebec) – 6:15
  3. Blue Monday (B. Sharp, C. Singleton, M. Fisher) – 5:03
  4. Zonky (E. Swanston) – 4:33
  5. Later for the Rock (I. Quebec) – 4:35
  6. Sweet and Lovely (G. Arnheim, J. LeMare, H. Tobias) – 4:16
  7. Dear John (I. Quebec) – 6:51
  8. Blue Friday (E. Swanston) – 5:02
  9. Everything Happens to Me (M. Dennis, T. Adair) – 4:30
  10. Mardi Gras (I. Quebec) – 6:12
  11. What a Difference a Day Makes (M. Grever, S. Adams) – 4:06
  12. For All We Know (J. F. Coots, S. Lewis) – 4:10
  13. Ill Wind (H. Arlen, T. Koehler) – 6:13

CD 2
I brani dall’1 al 4 sono stati registrati il 25 settembre del 1960, dal 5 all’8 il 5 febbraio e dal 9 al 13 il 13 febbraio del 1962.

  1. If I Could Be with You (H. Creamer, J. Price Johnson) – 6:02
  2. I’ve Got the World on a String (H. Arlen, T. Koehler) – 5:32
  3. Me ‘N’ Mabe (I. Quebec) – 5:10
  4. Everything Happens to Me (M. Dennis, T. Adair) – 6:36
  5. All of Me (G. Marks, S. Simons) – 2:56
  6. Intermezzo (H. Provost, R. Henning) – 3:43
  7. But Not for Me (G. Gershwin, I. Gershwin) – 3:42
  8. All the Way (J. Van Heusen, S. Cahn) – 3:53
  9. How Long Has This Been Going On (G. Gershwin, I. Gershwin) – 5:57
  10. With a Song in My Heart (R. Rodgers, L. Hart) – 3:54
  11. Imagination (J. Van Heusen, J. Burke) – 5:06
  12. What Is There to Say (E. Y. “Yip” Harburg, V. Duke) – 4:32
  13. There Is No Greater Love (I. Jones, M. Symes) – 4:45

MUSICISTI:

CD 1

  • Ike Quebec – Sax tenore
  • Edwin Swanston – Organo (tracce #1-8)
  • Sir Charles Thompson – Organo (tracce #9-13)
  • Skeeter Best – Chitarra (tracce #1-8)
  • Sonny Wellesley – Contrabbasso (tracce #1-8)
  • Milt Hinton – Contrabbasso (tracce #9-13)
  • Les Jenkins – Batteria (tracce #1-8)
  • J.C. Heard – Batteria (tracce #9-13)

CD 2

  • Ike Quebec – Sax tenore
  • Sir Charles Thompson – Organo (tracce #1-4)
  • Earl Van Dyke – Organo (tracce #5-13)
  • Willie Jones – Chitarra (tracce #5-13)
  • Milt Hinton – Contrabbasso (tracce #1-4)
  • Sam Jones – Contrabbasso (tracce #9-13)
  • J.C. Heard – Batteria (tracce #1-4)
  • Wilbert Hogan – Batteria (tracce #5-13)

 

Annunci

Thelonious Monk and Sonny Rollins

thelonious monk and sonny rollins

Thelonious Monk and Sonny Rollins è un album nato dalla collaborazione tra il pianista della Carolina del Nord e il sassofonista di Harlem, pubblicato dalla Prestige nel 1954. Il disco raccoglie i risultati di tre sessioni diverse registrare nell’arco di dodici mesi. Mentre per Thelonious Monk si tratta dell’ultima pubblicazione con la Prestige prima di trasferirsi con un nuovo contratto alla Riverside, per quanto riguarda invece Sonny Rollins, sebbene sia accreditato come co-leader sin dalla copertina, in realtà è presente solo su tre dei cinque brani della tracklist.

Nella prima delle tre sessioni (novembre 1953) è stato registrato solo il brano Friday the 13th che vede all’opera il quintetto di Monk composto da Rollins al sax tenore, Julius Watkins al corno francese (strumento probabilmente accreditato per la prima volta in assoluto tra le fila di una jazz band), Percy Heath al contrabbasso e Willie Jones alla batteria. La seconda sessione (settembre 1954) ha visto la nascita dei due brani Work e Nutty, da attribuire sempre a Monk, questa volta in trio con Heath al contrabbasso e Art Blakey alla batteria (curiosità: mentre Nutty diverrà uno dei cavalli di battaglia di Monk, l’unica registrazione effettuata invece per il brano Work, risulterà essere quella presente in questo disco). Infine, nella terza sessione (ottobre 1954), Monk e Rollins, insieme al contrabbassista Tommy Potter e al batterista Art Taylor, danno vita ai primi due brani che aprono l’album, The Way You Look Tonight e I Want to Be Happy.

Le performance nate dalle stellari collaborazioni tra i vari musicisti all’opera in questo disco, vanno oltre la semplice ispirazione e sottolineano la strettissima intesa che sfiora la telepatia. L’innegabile punto forte, in ogni caso, rimane proprio l’interazione tra i due leader, Monk e Rollins.

Tracklist:
Tutte le composizioni sono di Monk, tranne dove indicato.

  1. The Way You Look Tonight (D. Fields, J. Kern) – 5:13
  2. I Want to Be Happy (I. Caesar, V. Youmans) – 7:43
  3. Work – 5:18
  4. Nutty – 5:16
  5. Friday the 13th – 10:32

Musicisti:

  • Thelonious Monk – Paino
  • Sonny Rollins – Sax tenore (tracce 1, 2 e 5)
  • Julius Watkins – Corno francese (traccia 5)
  • Percy Heath – Contrabbasso (tracce 3-5)
  • Tommy Potter – Contrabbasso (tracce 1-2)
  • Art Taylor – Batteria (tracce 1-2)
  • Art Blakey – Batteria (tracce 3-4)
  • Willie Jones – Batteria (traccia 5)